Costi Attestazione SOA

Il costo dell’attestazione è fissato dal D.P.R. 207/2010 (allegato C) e viene calcolato, in rapporto all’importo complessivo ed al numero delle categorie (generali o specializzate) per cui si richiede di essere qualificati, secondo le formule seguenti:

  •  CB Corrispettivo Base (Corrispettivo minimo spettante alle SOA per l’attività di attestazione)
  •  CB = [C/12500 + (2 * N + 8) * 413,16] * 1,0413 * R

dove:

C = Importo complessivo delle qualificazioni richieste nelle varie categorie

N = Numero delle categorie generali o specializzate per le quali si chiede la qualificazione

R = Coefficiente Istat dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati da applicare con cadenza annuale a partire dall’anno 2005 con base la media dell’anno 2001.

CR Corripettivo Revisione

Il corrispettivo minimo spettante alle SOA per l’attività di revisione triennale è determinato con la seguente formula:

P=CB*3/5

dove

CB: corrispettivo base applicato per l’attestazione in corso di validità comprensivo delle modifiche intervenute

INSERIMENTO NUOVE CATEGORIE – AUMENTO DI CLASSIFICHE

Le attestazioni già rilasciate – oltre che rinnovate prima della naturale scadenza – possono essere integrate, con l’inserimento di nuove categorie e/o con l’aumento di classifiche in categorie già possedute, sulla base delle seguenti prescrizioni:

  1. deve essere stipulata una integrazione del contratto originario che faccia rimanere fermo il termine di scadenza dell’attestazione originaria;
  2. i requisiti relativi alla cifra d’affari, all’attrezzatura ed al costo del personale – posseduti alla data di sottoscrizione del contratto originario – devono essere pari o superiori ai minimi richiesti in riferimento alla somma degli importi delle qualificazioni già possedute e di quelle nuove da attribuire;
  3. i requisiti minimi richiesti per i lavori eseguiti (somma dei lavori e lavori di punta), relativi alle nuove categorie e/o classifiche, devono essere riferiti al quinquennio antecedente la data di sottoscrizione dell’integrazione del contratto;

Se sono soddisfatte le precedenti condizioni, per l’inserimento di nuove categorie il corrispettivo è pari alla differenza tra la tariffa minima calcolata con riferimento alla nuova attestazione e quella calcolata con riferimento alla vecchia attestazione:

P = CBna – Cbva

dove:

CBna = Corrispettivo base calcolato per la nuova attestazione

CBva = Corrispettivo base calcolato per la vecchia attestazione

Il corrispettivo da applicare, invece, per ciascuna variazione di classifica, è pari ad un terzo del corrispettivo calcolato secondo il corrispettivo base:

P = CB/3

dove:

CB = [C/12.500 + (2 x N + 8) x 413,16]* 1,0413 * R- Corrispettivo base applicato inserendo 1 alla voce N e la differenza tra la vecchia classifica e la nuova classifica alla voce C.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial